CAP 10100 Torino

Eventi

VERDENA aftershow | 27 Marzo 2015 | CAP10100 | free entry!

19306_882953761765864_1988402909217955722_n
  • Data: 27 marzo 2015
  • Orario: 22:30
  • Contingenza: DJ Set
  • Evento: VERDENA aftershow | 27 Marzo 2015 | CAP10100 | free entry!

AFTERSHOW & OPENING del concerto dei VERDENA

Dj BLASTER T. (Melody Maker(s) / Italians Do It Better)

@ Cap10100 (Corso Moncalieri 18 Torino) – free entry!

Il concerto dei Verdena a Torino al Cap10100 è SOLD OUT ma, potete venire subito dopo, per l’aftershow free entry e ballare fino al mattino con DJ BLASTER T. (Melody Maker(s)/Italians Do It Better)! Mentre per chi ha il biglietto, potrà ascoltare il dj set in apertura del concerto sempre di Blaster T.!

Per chi ha buona memoria, Blaster T., molti anni fa al Chicobum festival dopo il concerto dei Verdena (tour “Il Suicidio dei Samurai”) fece ballare migliaia di persone…

Tutto inizia (o finisce) negli anni ’90, quando si scioglie la band “THE MOUSEBLASTERS” in cui milita Blaster T. All’attivo un 7″ pollici per l’etichetta tedesca Unique rec. ed un cd con l’etichetta dei Kina di Aosta Blu Bus e vari pezzi su compilation. I Mouseblaster sono stati definiti da Claudio Sorge, direttore all’epoca di Rockerilla, come un incrocio fra Stooges e Soundgarden. Tantissimi concerti in Italia e varie tourné all’estero (Francia, Germania, Svizzera e Austria) con ottimi riscontri di critica e pubblico in un’epoca in cui la musica alternativa in Italia faceva solo i primi passi. In quel periodo, gruppi come Afterhours e Marlene Kuntz erano solo all’inizio (quest’ultimi, giovanissimi, aprivano un concerto infuocato dei Mouseblasters alle Piscine di Caluso, davanti a piu’ di mille persone). Inizia o finisce dicevamo all’inizio, nell’estate del ’92 la band infatti si scioglie, dopo il live allo Studio 2. Quattro quinti della band si trasferiscono all’estero (Germania e USA), Blaster T rimane in quel di Torino, “ovviamente” per una donna, per caso comincia a mettere i dischi gratuitamente nei centri sociali, El Paso, Delta House e Prinz Eugen, sono serate divertenti e piene di energia. Tranquillamente passa dai Klf agli Orbital e tanta new wave, dai Daf ai Kraftwerk.

Il nome BLASTER T., nasce da una “sintesi” del nome della band, dove la “t” sta per topo (Mouse), girata al contrario. Nell’estate del ’94 Blaster va a vedere il live degli Oasis a Milano (all’epoca di Supersonic) e conosce dj Giuppy, storico dj torinese, resident da 4 anni al ” Da Giau” e futuro dj del sabato sera del Barrumba. Quest’ultimo lascerà il Da Giau e proporrà a Blaster di sostituirlo. Comincerà la residenza più lunga della sua carriera “12anni”. Il Sabato notte del Da Giau, con Blaster T avrà i seguenti nomi: Decibel, Transistors, Toys For Girls, Disco Matto, Automatica e Stardust. Anni importanti in un locale storico di Torino, peraltro molto sottovalutato. Le coordinate musicali in quegli anni: new wave, indie, brit pop, big beat, le novità del panorama rock e la prima ondata di commistione rock-dance (Daft Punk, Chemical Brothers, Prodigy, Underworld). Negli stessi anni suona in altri locali, il Giovedì e il Venerdì al Barrumba (per quattro anni). Gli estivi del Chicobum festival nel tendone da tremila persone. I locali: Velvet, Taxido, Crossover, Transistor, Dracma, Le Macabre a Bra, Metrò, etc. All’Universal a Cervere (Cuneo) crea la Domenica, che durerà per tre anni, “Italiana Brava Gente”, che, in naturale evoluzione diventa ora itinerante come “Italians Do It Better”.

Blaster T è attualmente in azione al Blah Blah (Via Po 21) col progetto Melody Maker(s). Ogni Sabato dall’aperitivo fino a chiusura, un flusso di “chitarre” tutto da ballare. MM(s) è l’unica serata completamente “rock” a Torino, mixata da Blaster T. e detonata da Paolo Alberto Sciacca e RAP1